MA CHE FACCIA DA SCHIAFFI

SONO STAGNI SERENI QUEI TUOI OCCHI BELLI
QUANDO ALZI LE BRACCIA E TIRI SU I CAPELLI
SE POI SORRIDI
MI APRI GRANDI CIELI DENTRO
SONO BIANCHE AUTOSTRADE LE TUE GAMBE CHIARE
I TUOI PIEDI DUE ALGHE CHE ABBANDONA IL MARE
E LE TUE BRACCIA
DUE FILI D'ERBA IN MEZZO AL VERDE
IO TI ACCAREZZO
E SENTO CHE SEI TUTTA QUANTA MIA
MA CHE FACCIA DA SCHIAFFI QUANDO SEI ARRABBIATA
STRINGI FORTE LE LABBRA SE TI BACIO PIANO
NASCONDI IL VISO TRA LE TUE MANI
E POI MI MANDI SEMPRE VIA
MA CHE FACCIA DA SCHIAFFI
QUANDO SEI ARRABBIATA TIRI SU LE LENZUOLA
FINO AL MENTO E POI QUEGLI OCCHI TONDI
SI FANNO GRANDI MI METTI IL BRONCIO
MALIZIOSA E CEDO SEMPRE IO
I CAPELLI DI SPIGA SCIOLTI SULLE SPALLE
VENATURE DI FOGLIA SOPRA LA TUA PELLE
TU MI SORRIDI E SPETTINATA COME SEI
LE MIE CAREZZE.
ADESSO TU LE VUOI
MA CHE FACCIA DA SCHIAFFI QUANDO SEI ARRABBIATA
STRINGI FORTE LE LABBRA SE TI BACIO PIANO
NASCONDI IL VISO TRA LE TUE MANI
E POI MI MANDI SEMPRE VIA
MA CHE FACCIA DA SCHIAFFI
QUANDO SEI ARRABBIATA TIRI SU LE LENZUOLA
FINO AL MENTO E POI QUEGLI OCCHI TONDI
SI FANNO GRANDI E CEDO SEMPRE SEMPRE IO
MA CHE FACCIA DA SCHIAFFI
QUANDO SEI ARRABBIATA STRINGI FORTE LE LABBRA
SE TI BACIO PIANO
NASCONDI IL VISO TRA LE TUE MANI
E POI MI MANDI SEMPRE VIA
MA CHE FACCIA DA SCHIAFFI.

 SCALETTA